Il campione totale intervistato è costituito da n. 34 pazienti seguiti dai Centri di Salute mentale della ULSS n.10 Veneto Orientale di cui n. 20 di San Donà di Piave (59%) e i restanti 14 (41%) di Portogruaro. Tralasciando il teatro inglese, e quindi i soliti noti e quei talentuosi in via di definitiva consacrazione, Jim Broadbent si pone sui palcoscenici e al cinema come un grasso e simpatico frutto esotico capace di regalare dolcezze inimmaginabili, sia quando veste i panni del tenero signore canuto che si prende cura dei quattro bambini che finiranno nel magico regno di Narnia, sia quando geniale, bizzarro, arioso e adrenalinico intona, con pennellate dark della sua voce, “The Show Must Go On” dei Queen in un claustrofobico e neo psichedelico Moulin Rouge, toccato profondamente dalla malattia della sua Satin (Nicole Kidman).Figlio di un carpentiere, scultore e arredatore e di una scultrice, cresce con la passione per il teatro e per la recitazione, ereditata dai due genitori, attori dilettanti che fondarono la Holton Players, una troupe di attori. Piccola curiosità: al momento della nascita, erano in due. Infatti, la madre di Jim Broadbent aspettava due gemelli, maschio e femmina.

Nata nel 1973 a Israele, Ronit crea sculture in ceramica antropomorfe, dotate di elementi umani. Nelle sue sculture elementi umani animano le sue tazzine rendendole vive e sensuali. Adatte a suscitare un come attrazione o repulsione. Il cambio di registro non implica un cambio di mentalità. E il sentiero della commedia all’italiana non implica necessariamente una satira cinica e arguta. In questo senso, Mine vaganti non smentisce il peculiare interesse di Ozpetek per le varie forme di squilibrio dei rapporti sociali nel momento in cui all’interno di questi emergono bugie, amenità e piccole tragedie.

Nel retro invece ci viene presentato un momento da I tre lupetti con Ezechiele vestito da Pastorella (Bo Beep in originale) e, all’interno di un bollino sulla parte a destra in basso, i tre moschettieri ciechi. Nella didascalia notiamo che è assente l’articolo determinativo IL all’interno del titolo Jimmy il porcellinoinventore scritto in giallo mentre è presente il medesimo articolo nel giallo titolo de I coniglietti buffi quando non avrebbe dovuto esserci. Particolarità non da poco è il colore rosso della custodia di plastica rigida che contiene il tanto amato nastro: un bel dettaglio che ha da sempre contraddistinto questa vhs da tantissime altre, più o meno simili!.