Continua lo scontro tra Hitachi e l fund Eliott su Ansaldo Sts. In particolare viene resa pubblica una presentazione esaminata dal CdA il 10 dicembre 2014 dalla quale si evince che la transazione STS Breda da considerare congiunta. La stessa documentazione riporta che se STS fosse venduta separatamente varrebbe intorno a 12 euro (contro i 10,5 pagati).

The reason why I like the game is because it is ‘not’ ultra realistic. Head shots don’t explode heads, bodies don’t blast to pieces, players are not screaming in horrific agony. There is no blood, no internal organs flying everywere; it is very arcadey and kid friendly.

The God that holds you over the pit of hell, much as one holds a spider, or some loathsome insect over the fire, abhors you, and is dreadfully provoked: his wrath towards you burns like fire; he looks upon you as worthy of nothing else, but to be cast into the fire; he is of purer eyes than to bear to have you in his sight; you are ten thousand times more abominable in his eyes, than the most hateful venomous serpent is in ours. You have offended him infinitely more than ever a stubborn rebel did his prince; and yet it is nothing but his hand that holds you from falling into the fire every moment. It is to be ascribed to nothing else, that you did not go to hell the last night; that you was suffered to awake again in this world, after you closed your eyes to sleep.

La composizione musicale del giovane Frobisher “Atlante delle stelle” che dà il nome al film, ben lo raffigura: come nel “sestetto” le diverse frasi musicali compongono il tutto in modo armonico, così le sei storie del film si intrecciano in un continuum che copre circa cinque secoli. Eppure lo svolgimento parallelo degli episodi e lo sfilare dei personaggi che li interpretano, sembra assolutamente naturale, viste le concatenazioni logiche e i riferimenti diretti e indiretti tra una storia e l’altra. Ne risulta un viaggio fantastico e affascinante nella storia dell’uomo, dove un singolo atto di ribellione, per quanto possa sembrare inutile e disperato, segna invece il punto di partenza per una nuova promessa di un futuro migliore.

IL LENTO RITORNO Prima dell Kubica era un pilota in grandissima ascesa. Approdato in Renault al posto di Fernando Alonso, forte dei grandi risultati ottenuti con la Sauber (con tanto di quarto posto nella classifica piloti nel 2008), il polacco aveva trovato qualche difficolt nella nuova scuderia, chiudendo in ottava posizione dopo il suo primo anno alla scuderia francese. Quel maledetto schianto gli ha provocato una limitazione nei movimenti del braccio destro, operato ben 18 volte.